Menu Orizzontale

domenica 6 dicembre 2009

Laurell K. Hamilton - Nodo di Sangue

video


Amici, il libro che vi propongo oggi è il primo di 14 romanzi (una lunga serie): NODO DI SANGUE di LAURELL K. HAMILTON. Il genere è quello horror/urban fantasy con parecchie scariche di adrenalina e azione. La protagonista della storia è la bella Anita Blake, una cacciatrice di vampiri e una "profanatrice di morti". Lavora per un'agenzia particolare e il suo intento è quello di riportare momentaneamente in vita i morti, per aiutare polizia & co. a risolvere casi di omicidi complicati. Il carattere risoluto del personaggio spicca subito ed è quello che affascina più di tutto, a mio parere. Colpisce la severità incrollabile di Anita, il suo sguardo sempre cupo, la sua tenacia e la sua capacità di fronteggiare le creature più mostruose. Colpisce il contrasto tra i momenti in cui lei veste il ruolo di cacciatrice e quelli in cui indossa gli abiti sensuali di una donna (corteggiatissima da umani e non). Anita Blake è un personaggio disegnato con cura dei particolari e attenzione, e per questo motivo resta indelebilmente impresso nell'immaginario del lettore. E' uno dei miei personaggi preferiti (basti pensare allo pseudonimo che mi sono data: Anita Book^^). Nodo di Sangue è l'inizio del tutto, ma ogni libro della Hamilton si può leggere anche individualmente. Spero di averi incuriosito, amici! Appuntamento a domani.


Anita Book

3 commenti:

Yuko86 ha detto...

Io amo Anita Blake *_*
Per ora mi sono fermata a Luna Nera, che ho trovato meno bello degli altri, ma conto di riprendere al più presto con Polvere alla Polvere!

Smilla* ha detto...

lessi il primo libro appena uscì e devo ammettere che mi colpì moltissimo!! mi innamorai subito dell' energica figura di Anita e del bellissimo Jean-Claude.. purtroppo la saga si propaga un po' troppo per le lunghe, e alla fine mi sembrava di leggere sempre le stesse cose -_- anche il modo di scrivere diventa ripetitivo, spesso infatti riutilizza le stesse identiche descrizioni parola per parola.. sono arrivata, più per curiosità che per altro, fino Blue Moon ma non sono riuscita ad andare oltre il primo quartodi libro: la Hamilton sembra perdere completamente di vista il personaggio originale di Anita che viene degenerato fino a diventare quasi una ninfomane °_° non mi è piaciuto questo risvolto, l' ho trovatomolto fuori luogo con i principi base che invece la caratterizzavano all' inizio.
daltronde 17 libri per una storia che si gira sempre sui soliti 3 personaggi non poteva che cadere in queste pecche. peccato.

AnitaBook ha detto...

@Yuko86: In Luna Nera entrano in scena i licantropi (Richard può essere bello quanto vuole ma io preferisco Jean Claude!), però la storia è riuscita ad intrigarmi ugualmente.


@Smilla*: effettivamente in Blue Moon (e già ne Il ballo della Morte) si accentua di molto la tensione sessuale (con parecchie scene ad alto tasso di erotismo). Tuttavia, non sono mai riuscita a disincantarmi dalla magia delle storie.