Menu Orizzontale

sabato 19 maggio 2012

"Non abbiate paura!"


Ci sono quaderni sparsi sull'asfalto, pagine stracciate di compiti fatti a casa e disegni scarabocchiati ai margini; astucci anneriti dalle fiamme con penne e matite disseminate tutt’intorno. Scarpe da tennis sventrate, pezzi di plastica accartocciati, bottigliette che rotolano versando lacrime d’acqua sul pavimento grigio e pietroso. I corpi sono stati già portati via. 
Non è la scena di un film, e nemmeno l’opera di un artista o uno scatto commemorativo, bensì il palcoscenico di una strage avvenuta questa mattina davanti al cancello di una scuola superiore di Brindisi, laddove ogni giorno si raccolgono alunni dagli animi spensierati e i visi sereni in attesa del suono della campanella che li porterà in classe. Melissa, 16 anni, non ce l’ha fatta. Veronica lotta e resta aggrappata alla vita, nonostante le sue condizioni gravissime. Altre cinque ragazze ferite ancora in sala operatoria fanno altrettanto, inarrendevoli e coraggiose. 
Si prega. Si piange. Ci si domanda: perché? Che senso ha tutto questo? Si resta ad ascoltare il silenzio che è piombato addosso al mio paesino nella speranza che una nuova luce, più forte e potente delle tenebre, torni a brillare. Restiamo uniti, amici, ma soprattutto andiamo avanti, non permettiamo alla paura e al terrore di vincerci, continuiamo a difendere i nostri valori, la Vita. Continuiamo a combattere, a resistere. 
Per questo motivo, non dedicherò una canzone triste e malinconica alla povera Melissa, bensì una canzone di speranza, perché da lassù possa infonderci la forza di credere in un domani migliore. 

5 commenti:

Un papà ha detto...

Papa Giovanni Paolo II nel suo discorso iniziale esortò i cristiani cattolici a non avere paura e di aprire le porte al Cristo Redentore. Oggi mi sento di dire: Chiesa Cattolica fondata dal nostro Cristo nella fede di credente: non avere paura di lasciare il potere che ti attanaglia e che provoca la morte....torna nella volontà della parola evangelica di Cristo! Bertone, Bagnasco non avete capito nulla di Cristo!

Giuliana ha detto...

Non ci sono parole ma il mio, il tuo, il nostro tetro silenzio e lo sgomento fanno rumore, assordante e dilaniante! :(

Anonimo ha detto...

Dal grave fatto terroristico mafioso accaduto questa mattina davanti la scuola professionale "G. Falcone - F. Morvillo" di Brindisi dove sono stati colpiti, in modo grave e mortale, giovani studenti: invoco nelle mie preghiere di cristiano l'ira di DIO, generatore di vita, verso i responsabili di questo delitto umanamente imperdonabile che ha generato morte ai nostri figli.

Olivia ha detto...

Cara Anita,
la tragica notizia l'ho appresa stamattina, proprio grazie al primo link che avevi pubblicato sul tuo profilo facebook. Sono stata tutta la mattina con la tv accesa e a continuare a cercare su internet nuove notizie. Tutta l'Italia si è stretta intorno a quei ragazzi, a quella scuola, a quel paese. Lascia sgomenti, lascia senza parole. Non resta che capire chi, il perchè di questa azione. Anche se forse non si può spiegare razionalmente. Io spero con tutto il cuore, che nessun media inizi a fare speciali, servizi esclusivi, ecc solo per alzare gli ascolti. Spero che la famiglia di Melissa venga lasciata in pace, per poter farsi forza in un momento così tragico. Spero che Veronica continui a lottare con tutta la sua forza. Spero che le altre ragazze in ospedale riescano a superare questo momento. Spero che si faccia informazione, ma che non ci sia "sciacallaggio" di notizie.
Ti mando un forte abbraccio,
Olivia

Tra cenere e terra ha detto...

Ti ho pensata...

La morte si sconfigge con la vita, con l'amore. Vi abbraccio.