Menu Orizzontale

venerdì 25 maggio 2012

Su IoDonna intervista a Melissa Hill e Karen Swan


Domani, sulla rivista femminile IoDonna abbinata al Corriere della Sera sarà possibile trovare una deliziosa intervista alle autrici Melissa Hill e Karen Swan. In anteprima, ve la propongo qui.

 
"Noi sì che abbiamo ricevuto un bel regalo da Tiffany 
Melissa Hill è un'ex bancaria, Karen Swan un'ex giornalista di moda. Ora scrivono libri che hanno in comune una certa parola nel titolo. 
Che funziona come un brand 
di Maria Laura Giovagnini

MELISSA HILL  
Dublinese, aveva già cinque romanzi alle spalle quando ha fatto il botto con Un regalo da Tiffany. In Italia sta per uscire Innamorarsi a New York ; in Gran Bretagna, The Charm Bracelet.

Truman capote alzerebbe inorridito il sopracciglio. O forse no. Supremamente snob, si divertirebbe a sapere che l’editore italiano – ripubblicando Colazione da Tiffany - è stato costretto a scrivere sulla fascetta: «Diffidate dalle imitazioni». Tutta colpa di due signore, l’irlandese Melissa Hill e l’inglese Karen Swan, che si sono piazzate per mesi in cima alle classifiche con romanzi che hanno la “parola magica” nel titolo: Something from Tiffany’s e Christmas at Tiffany’s (Un regalo da Tiffany e Un diamante da Tiffany, nell’edizione italiana Newton Compton). Ma in realtà né l’una né l’altra si è ispirata “all’originale” (che, per inciso, è meno romantico del film con Audrey Hepburn: Holly Golightly è bisex e non c’è lieto fine). L’archetipo delle loro storie di coppie - sposate o sul punto di - sono allora i plot a base di matrimonio della connazionale Jane Austen? Neppure.
«Mi ispira più l’autore di thriller Jeffery Deaver degli scrittori sentimentali» stupisce Hill. «Il mio preferito è John Irving: ho creato il personaggio di Claude sotto la sua totale influenza» ammette Swan. E non sono le uniche sorprese...

«Tutto è cominciato quando l’editore inglese mi ha regalato un magnifico bracciale di Tiffany perché ero prima in classifica» ricorda con Io donna Melissa Hill.
«Mi ha fatto così piacere che ho pensato: “Quanta magia è associata a quel marchio!”. Ricevere la scatolina
acquamarina ti fa sentire speciale... Ecco, da questo è nato Un regalo da Tiffany. E dalla convinzione che chiunque – segretamente - ami l’idea che la vita possa essere trasformata da una grande storia d’amore. Forse c’è un po’ di Cenerentola in ognuna di noi?». Di sicuro c’è un po’ di “quella gran culo di Cenerentola”
(ricordate Pretty Woman?) in lei. Poche autrici possono raccontare: «Ho iniziato a scrivere dopo aver letto un volume che mi ha deluso. Ci ho preso gusto, ho continuato». Ci ha preso gusto anche il pubblico: «Avevo lavorato in banca per anni, ho mollato quando il mio primo libro è andato bene». E dire che era ancora lontana dai record recenti... «In questo successo, forse, c’entra il fatto che in tempi di crisi la gente ha bisogno di evasione e di un ritorno ai valori basilari della felicità e dell’amore». Temi, guarda caso, di sicuro
appeal al cinema («I diritti sono stati opzionati dalla Twentieth Century Fox, ne farà il film di Natale nel 2013»). Commozione assicurata nel suo prossimo romanzo, Innamorarsi a New York: dopo un incidente,
la protagonista scopre di essere destinata a perdere la memoria. E se capitasse a lei, che cosa non vorrebbe
dimenticare? «La nascita di mia figlia Carrie, due anni fa: un momento meraviglioso per me e mio marito
Kevin». Che è diventato scrittore pure lui. «Dopo Taboo, il thriller confezionato a quattro mani con lo pseudonimo “Casey Hill”, ha seguito le mie orme».
Happy ending coerente per una Cenerentola del 2012.

KAREN SWAN 
Nata nel verde di Pinner (Londra), ha iniziato come giornalista di moda per Tatler e Vogue, debuttando come scrittrice nel 2010. Dopo due romanzi, il boom di Un diamante da Tiffany.

«Io non ho mai deciso di diventare scrittrice, ho sempre sentito che non avevo scelta: a scuola - o da adulta,
quando mandavo un bigliettino d’auguri agli amici - tutti si complimentavano per il mio stile». Karen Swan non gioca la carta della modestia, ma si può capire: il suo libro ha avuto 11 edizioni in tre mesi e il festival letterario di Massenzio l’ha voluta come relatrice sul tema “Semplice/ complesso”. Però non ha niente dell’autrice secchiona: è piuttosto la versione inglese della Carrie Bradshaw di Sex and the City (benché
abbia un matrimonio felice e, soprattutto, non ami le metropoli: nel 2006 ha lasciato Londra per la foresta del Sussex). «Con una carta di credito, in un grande magazzino come Harvey Nichols, potrei fare danni terribili! Amo, amo, amo i vestiti e noto i minimi dettagli di abbigliamento. Ricordo con esattezza cosa indossavo nei vari momenti della vita». E, naturalmente, ricorda i regali di Tiffany ricevuti. «Mio marito mi ha comprato un sacco di gioielli d’argento e, quando mi ha chiesto di sposarlo, ha scelto un solitario della Maison. All’ingresso ho appeso una serie di stampe degli archivi storici (avute quando ancora lavoravo nella moda).
E, per le nozze, i miei genitori hanno pensato a un set di candelieri». Ma non sono questi i doni più importanti. «So che suonerà come un cliché: sono i miei figli, che hanno tra i sei e i dieci anni». E Swan, a perfetto agio con se stessa, non esita a sfidare un altro luogo comune: «Il successo non mi ha cambiato. Sono sempre una madre che lavora, anche se ora ho la mail piena di messaggi da ogni parte del mondo»

MELISSA HILL
Autrice di bestseller, vive a Dublino. Acclamata come “la regina delle trame dagli esiti imprevisti”, nei suoi libri riesce a combinare tutta l’emozione e l’umorismo della narrativa femminile contemporanea con intrecci che non hanno nulla da invidiare ai romanzi gialli. Ha cominciato a scrivere nel 2003 e in breve tempo è diventata una delle più note autrici irlandesi. Le sue storie hanno toccato le corde del pubblico femminile in tutto il mondo e in breve tempo sono state tradotte in 19 lingue. La Newton Compton pubblicherà il suo secondo romanzo nell’estate del 2012. Per saperne di più, il suo sito è www.melissahill.info
 
KAREN SWAN 
Ha iniziato la carriera di giornalista di moda (collaborando, tra gli altri, anche con «Vogue»), prima di rinunciare a tutto per prendersi cura dei suoi tre figli e realizzare il sogno di diventare una scrittrice. La casa dove vive si affaccia sulle splendide scogliere del Sussex. Il suo romanzo d’esordio, Players, è stato al primo posto nelle classifiche inglesi. Per saperne di più visitate il sito www.karenswan.com
 

3 commenti:

Anonimo ha detto...

lnxwcabbh xehzffqii pnnlcitkf [url=http://www.the-north-face-jackets-sale.com]cheap north face jackets[/url] yudbeqwyp vpqxcefnk izchripuq [url=http://www.the-north-face-jackets-sale.com]north face sale[/url] gncrebjno nkoezwhlf iqxxbobfp [url=http://www.the-north-face-jackets-sale.com]cheap north face jackets[/url] mjrvwzlso pinkdbmxo xhxcfjhia

Related articles:
http://fabioedeborah.ar7.org/inicio/index.php/inicio/index.php/deixe-seu-recado
http://www.jukeforums.com/forum/nissan-juke-general-discussion/forum/newreply.php?do=postreply&t=119312
http://ozeeya.com/ozeeyaforum/posting.php?mode=reply&f=5&t=2152

Anonimo ha detto...


House decor gift

Framed friendship poem is an attractive household decor gift.An inspirational friendship poem like,"Angels are friends"Helps make a superb gift for a distinctive friend!The to begin with verse of this poem reads"Angels are all all over me, some i can't see.Always near or by my facet, gently assisting to be my manual. "The poem goes on like that to conclude with the last line looking at"No need to have for wings, my 'angels' are good friends. "Expressing a companion as an angel with out wings is to clearly show accurate appreciation.From time to time, stating"Thank you"Is not plenty of to express your gratitude.At periods, most of us get it hard to obtain the right words to clearly show our appreciation.So supplying a present is an additional type of appreciation and the poem in that will express the appreciation in words.My inspiration in suggesting this beautiful residence decor gift arrived from my dear friend isabel!
A table lamp will also make a good place decor present.There are numerous exquisitely developed table lamps at unbelievably reduced selling prices.Some of [URL=http://www.okay2shoes.net][b]Cheap Jordans[/b][/URL] these lamps are inspired by treasured antique tiffany lamps.The sculpted base and stained glass shade of a table lamp lend warm light and a graceful glow to your place.This table lamp arrives with a metal base with glass shade.It makes use of 1 60 watt bulb and is 14 inches diameter by twenty inches higher.
House furnishings exporters sitting on a goldmine!
The other day on my way to property, i was confronted with a substantial billboard, boasting of the first ever before 50% sale, from just one of the key gamers in the dwelling furnishing market in india.While i had no plan to invest in nearly anything, nonetheless the curiosity bug received better of me and i resolved to verify in, to see what was there on the provide.
The rugs, curtains, towels, cushion addresses, bed items, duvat addresses, shams, quilts, coverlets, euro shams, pillow, bed skirts, bolsters, neck rests and so on.Was all produced to glimpse pretty appealing, in an energy to woo a buyer's [URL=http://www.okay2shoes.net/nikeairjordanairjordan8-c-1_16.html][b]Cheap Retro Jordan[/b][/URL] impulse obtain vein.Even so, even once the the so described as sale, it was nevertheless, steeply priced, which wasn't surprising-)


Anonimo ha detto...

mushrooms and viagra buying clomid generic viagra australia