Menu Orizzontale

mercoledì 18 novembre 2015

Letture e spolverate di pensiero. Sgomberiamo il buio, accendiamoci di luce.

Circa una settimana fa la mia sorellina ha acquistato un libro. Gliel'ho visto portare alla cassa, un volumetto stretto al petto, come un tesoro ritrovato dopo anni di assidua ricerca. Mi sono avvicinata. Copertina azzurro cielo, un veliero che salpa tra le stelle, un titolo stampato in caratteri eleganti che è bastato vederlo una volta per provare quella brezza di nostalgia leggera che ti solletica la pelle, dritta fino al cuore. Peter Pan. Un'edizione tutta nuova in occasione dell'uscita della pellicola Pan. Sempre un buon pretesto per rispolverare vecchi classici, che poi vecchi solo per modo di dire. Anzi, per abitudine di dire. Mi sono saliti i lucciconi agli occhi. Peter, l'Isola Che Non C'è, la Laguna delle Sirene, i Bambini Sperduti, Giglio Trigato, Capitan Uncino e il resto della compagnia. Insomma ricordi. Istantanee di un passato che se trova la maniera di manifestarsi nel presente tanto passato non deve essere. Le ho domandato come mai proprio lui, come mai adesso, e lei mi ha risposto che non aveva un motivo vero e proprio, bensì soltanto la voglia di incontrarlo ancora, di colmare quella nostalgia, forse di interrompere la sua vita temporale e rifugiarsi all'interno di una dimensione senza rintocchi. Quando siamo rientrate a casa ci siamo sentite come le bambine di una volta, di ritorno da una qualche avventurosa passeggiata, ricompensate con un dolcetto dal sapore prelibato, una bustina delle figurine che si collezionavano, una bambola dalla capigliatura splendente. Ci siamo buttate sul letto e a gambe incrociate, prendendoci per mano, ci siamo perse. Abbiamo focalizzato il nostro pensiero più lieto e ci siamo sollevate dalla nostra realtà sostenute dalla magica polverina di Campanellino. E abbiamo scoperto una versione completamente diversa dei fatti, mille volte più entusiasmante di quella che ci aveva raccontato il cartone della Disney. C'è un momento, in particolare, su cui vorrei porre la mia e la vostra attenzione, perché in esso vi ho intravisto una luce speciale, pregna di una tenerezza e di una verità sbalorditiva.
Mrs Darling sentì per la prima volta il nome di Peter Pan mentre stava rassettando la mente dei suoi figli, che è quello che fanno le brave mamme ogni sera dopo che i propri piccoli si sono addormentati – frugano nelle loro menti e mettono in ordine i pensieri per il mattino seguente, risistemando al loro posto i diversi articoli che, durante il giorno, se ne sono andati a zonzo di qua e di là. Se riusciste a svegliarvi (ma, ovviamente, non potete), vedreste vostra madre all’opera, e la trovereste una scena molto interessante. È un po’ come riordinare i cassetti. La vedreste in ginocchio, immagino, mentre osserva con curiosità il contenuto della vostra mente, chiedendosi dove mai abbiate sentito una tal cosa, facendo scoperte dolci e meno dolci, premendosi le prime sulle guance come se fossero teneri gattini, e facendo sparire rapidamente le seconde. Quando vi svegliate al mattino, le cattiverie e i pensieri malvagi con i quali vi siete coricati sono stati ripiegati con cura e sistemati in una zona remota della vostra piccola mente, e in cima, ben esposti e areati, restano i pensieri più dolci, pronti per essere indossati.
Non credo esista immagine più sublime della premura di una madre nei confronti dei propri pargoli. Ma, vedete, non è neppure un'immagine da confinarsi nell'universo delle mamme, perché tutti, una volta diventati adulti, possiamo rassettare i cassetti, i mondi della nostra mente andando a farvi visita, sprimacciando qualche sogno qua e là, desiderando i desideri più belli, i più straordinari che ci siano permessi (e quindi praticamente infiniti), e sbarazzandoci di tutte le matasse di tristezza che più e più volte ingombrano i nostri sorrisi. 
Quindi, ecco, pensavo fosse importante rammentarvelo. Siate gelosi dei poteri che risiedono in voi, siate consapevoli della loro portata, trattateli come trattereste la più venerabile delle creature, e fateli fruttare perché siano il vero e solo cambiamento di questo mondo. Non abbiate mai paura. 

E adesso trastulliamoci con una scorpacciata di letture da favola.

Angels in the Dark
di Lauren Kate (Rizzoli)

Una festa scintillante che volge all’incubo per Luce e Trevor, l’unico ragazzo che abbia mai baciato oltre a Daniel. Arriane che si dà allo shopping in attesa del ritorno di Luce, nell’eterna speranza che lei possa sopravvivere almeno questa volta. Daniel che si nasconde nei sobborghi di Los Angeles, sperando di non innamorarsi più. Un inquietante momento alla Shoreline. Cam che va a caccia di Esclusi e infine una romantica scena di Luce e Daniel…
Infinity Drake. Operazione Scarlatti
di John McNally (Battello a Vapore)

Infinity Drake, dodici anni, è appena partito per una vacanza con lo zio, lo scienziato Al AUenby. Lungo il tragitto vengono però prelevati da militari e condotti in un bunker di massima segretezza, dove sono riuniti tutti i più importanti capi di Stato. Un'organizzazione terroristica ha appena liberato una letale arma biologica, un insetto killer, e la sopravvivenza del genere umano è appesa a un filo. L'unica speranza è che lo zio Al riesca a miniaturizzare una task force di soldati scelti. Durante l'operazione però qualcosa va storto, e Infinity si ritrova alto 9 millimetri. Seguirà i tre soldati scelti nella disperata corsa contro il tempo per localizzare la bestia, che al momento è decisamente arrabbiata e molto più grande di loro...
La Principessa degli Elfi
di Herbie Brennan (Mondadori)

Anna è una guerriera invincibile, e nemmeno gli orchi più feroci possono sfuggire ai suoi attacchi letali. Finché il videogioco non si spegne e Anna torna alla sua vita di sempre, quella di una quindicenne costretta su una sedia a rotelle. Ma al "Lucca Comics &. Games" la realtà si avvicina al sogno, e Anna può finalmente immergersi nei suoi amati scenari fantasy... più di quanto possa immaginare: un gruppo di bizzarri cosplayer la rapisce per condurla nel regno di Elfenlind, un mondo parallelo dove rinasce nel nuovo, agile corpo della bellissima principessa degli elfi, Folia. Una dura missione la attende: sconfiggere in duello Sua Grande Enorme Immensità la regina Glypta, che da anni opprime il popolo con le sue folli angherie. Con l'aiuto del vampiro Betula, raffinato degustatore di sangue, della strega Serotina, carismatica incantatrice, e di Ophion, eroe fissato con le donzelle indifese, Anna dovrà combattere nell'arena del Festival del Rinnovo Reale e salvare Elfenlind.

The Academy. Libro Secondo
di Amelia Drake (Rizzoli)

Nella grande città di Danubia tutti credono che Twelve sia morta. Ma non è vero. In realtà è stata scelta per frequenrare la Diciannovesima Accademia, l'Accademia dei Ladri, dove si insegnano materie come Spionaggio, Furto con Scasso e Storia del Crimine. E dove non ci si può mai fidare di nessuno. Ma Twelve non ha paura. E pronta per la prova d'esame che aspetta lei e i suoi compagni: un percorso impossibile fra i tetti della città e i vicoli più bui, in cui dovranno rendersi invisibili per sfuggire alle guardie di Danubia ... o a un destino ancora peggiore. Twelve è decisa a imparare tutte le arti del crimine, e diventare la miglioro allieva che l'Accademia abbia mai avuto. Niente la fermerà, nemmeno la punizione a cui la costringeranno i suoi insegnanti, rinchiudendola nei sotterranei dell'Accademia, dove vive una misteriosa figura con una maschera di ferro sul viso.
Il sangue di Mark Lant 
di Miki Monticelli (Piemme)

Marca è sotto assedio da ormai quasi seicento annni attorno alle alte mura che difendono le case si assiepa l'esercito delle Darkalant, da sempre nemico, e poco più in là, oltre le montagne, rimangono in agguato gli Occlumsaac, i non-vivi, che aspettano soltanto di poter entrare in città e possono contare sulla sfibrante e quieta pazienza della morte. Drith ha sempre vissuto schiacciata dal peso della guerra: è la figlia di uno degli uomini più importanti del regno e ha sempre saputo di essere una guerriera, pronta a difendere il suo popolo dall'attacco esterno. Ha un dono, o meglio una terribile condanna: riesce a vedere e parlare con i morti. E questo è il marchio che la identifica come prescelta della profezia dei Pugno, destinata a liberare la città di Marca, pagando un caro prezzo.
Olga di Carta
di Elisabetta Gnone (Salani Editore)

Olga Papel è una ragazzina esile come un ramoscello e ha una dote speciale: sa raccontare incredibili storie, che dice d'aver vissuto personalmente e in cui può capitare che un tasso sappia parlare, un coniglio faccia il barcaiolo e un orso voglia essere sarto. Vero? Falso? La saggia Tomeo, barbiera del villaggio sostiene che Olga crei le sue storie intorno ai fantasmi dell'infanzia, intrappolandoli in mondi chiusi perché non facciano più paura. Per questo i racconti di Olga hanno tanto successo: perché sconfiggono mostri che in realtà spaventano tutti, piccoli e grandi. Un giorno, per consolare il suo amico Bruco, dal carattere fragile, Olga decide di raccontargli la storia della bambina di carta che un giorno partì dal suo villaggio per andare a chiedere alla maga Ausolia di essere trasformata in una bambina normale, di carne e ossa. Il viaggio fu lungo e avventuroso: s'imbatté in un venditore di tracce, prese un passaggio da un ragazzo che viveva a bordo di una mongolfiera e da un altro che attraversava il mare remando. Più volte rischiò la vita, si perse, ma fu trovata da un circo. E quando infine trovò la maga, solo allora la bambina di carta comprese quante cose fosse riuscita a fare...

L'Isola degli Sperduti
di Melissa De La Cruz (Giunti)

Tanti anni fa i Cattivi disneyani furono banditi dal regno di Auradon e confinati sull'Isola degli Sperduti, un luogo buio e tetro protetto da un incantesimo che impediva loro di scappare. Spogliati dei loro poteri magici, ora vivono in totale isolamento, dimenticati dal mondo. Sull'Isola degli Sperduti nascono i loro figli, i discendenti, e con loro le prime amicizie e rivalità. Potranno i figli dei Cattivi crescere diversi dai loro genitori? I lettori lo scopriranno in questo libro, nato dalla penna di Melissa De La Cruz, che ha ispirato il film.
Magnus Chase e gli Dei di Asgard. La spada del Guerriero
di Rick Riordan (Mondadori)

Secondo la mitologia nordica, quando un uomo muore valorosamente con le spada in mano diventa uno degli immortali guerrieri di Odino, il re degli dei. Magnus Chase, sedici anni e una vita di espedienti, non avrebbe mai immaginato di morire brandendo un'arma millenaria contro un gigante deciso a carbonizzare il Ponte di Boston e migliaia di innoccnti. L'ascesa al Valhalla, l'Olimpo nordico, è solo l'inizio pcr il giovane eroe. Tra bellicose valchirie, nerboruti guerrieri e sontuosi banchetti, Magnus sta per scoprire la sconvolgente verità: suo padre è il divino Freyr e il suo compito è ritrovare la Spada dell'Estate, scongiurando così il Ragnarok, il Giorno del Giudizio, in cui i Nove Mondi saranno distrutti e gli dei si scontreranno in battaglia con i giganti. La vita di Magnus è appena finita. Eppure è appena cominciata.
Silver. L'ultimo segreto
di Kerstin Gier (Corbaccio)
Disponibile dal 26 novembre

Londra, marzo. La primavera è alle porte e Liv è davanti a tre problemi. Primo: ha mentito a Henry; secondo: la faccenda dei sogni è sempre più pericolosa. Arthur ha cercato di svelare il mistero del mondo dei sogni attirando inimmaginabili sciagure e bisogna fermarlo a ogni costo. Terzo: Ann, la madre di Liv, ed Ernst, il padre di Grayson, vogliono sposarsi a giugno. Ma la perfida nonna di Grayson ha sul matrimonio un'idea piuttosto diversa da quella di Ann. Liv deve mettercela proprio tutta per evitare che la catastrofe si abbatta sulla sua famiglia...

2 commenti:

Ely ha detto...

Buondi Anita! Grazie di cuore per avermi fatto conoscere il brano tratto da Peter Pan! Mi sono venute le lacrime agli occhi per la sua intensita'. Lo custodiro' gelosamente nella mia memoria, sai che non ho mai letto il libro? I miei occhi di bambina hanno conosciuto Peter solo grazie a Disney il quale e' comunque uno degli eroi della mia infanzia e, in grnerale, della mia vita visto che mi piace sempre riguardarne i capolavori ma, alla luce di questo brano che ovviamente mi ero persa sono sempre piu' convinta che dovrei proprio leggerli questi libri! Un abbraccione e buona giornata!

AnitaBook ha detto...

Ely carissima, ma buona giornata a te! Adoreresti le versioni letterarie dei classici che hai conosciuto attraverso Walt. Quando puoi e senti che è il tuo cuore a volerlo procurati un'edizione di Peter Pan, Pinocchio, Alice nel Paese delle Meraviglie, Robin Hood, Biancaneve, Cenerentola, Mary Poppins… I tuoi occhi si apriranno e proverai una gioia di una bellezza indescrivibile.
Un abbraccione!