Menu Orizzontale

venerdì 11 dicembre 2009

Però un pò mi dispiace ...

Lara Manni pubblica un nuovo post che attira subito la mia attenzione.

http://laramanni.wordpress.com/2009/12/11/libri-angelici/

Vado a leggere e per poco non mi strozzo con la mia stessa saliva. Cosa?!

http://www.repubblica.it/2009/12/sezioni/spettacoli_e_cultura/angeli-libri/angeli-libri/angeli-libri.html?ref=hpspr1

Angeli contro Vampiri? Scoppia la moda degli Angeli? Ma lo fanno di proposito? Oppure è il destino che gioca brutte coincidenze?
Non lo so, mi viene da pensare che sia tutto - in qualche modo - correlato da qualcosa di più che semplice fatalità.
Cioè, io quest'estate spedisco la bozza del mio romanzo (che poi è il primo di una trilogia) il cui titolo è "Angels Destiny: Il destino degli Angeli" (e che quindi parla di angeli), e cosa succede?
Ovvio: dopo qualche mese iniziano a spuntare fuori romanzi i cui protagonisti principali sono Angeli. E non solo. Iniziano a spuntare anche articoli di questo genere, dove si preannuncia il nuovo fenomeno letterario.
Certo, non che il mio romanzo dovesse a tutti i costi essere pubblicato (magari faceva schifo), però la domanda sorge spontanea.
Come mai proprio ora?
Mah ...



Anita Book (un pò perplessa)

7 commenti:

Yuko86 ha detto...

pensa che sugli angeli avevo buttato giù anch'io qualcosa, e da qualche anno cercavo in giro fantasy simili per farmi un po' qualche idea ma non se ne trovavano...ed ora è scoppiata la moda. Vabbè, dai, non ti demoralizzare e continua a scrivere :)

AnitaBook ha detto...

@Yuko86: ma infatti! Anche io cercavo in giro qualcosa per vedere quanto lontano si erano spinti altri autori e quanto avessero sfruttato il "character", ma continuavo a rimanere a mani vuote. Mah ...
Quindi anche tu scrivi? Che bello!

Smilla* ha detto...

mmm.. devo ammettere che la figura dell' angelo non mi attrae particolarmente, ma sarei veramente curiosa di leggere il tuo romanzo :)
dovresti approfittare di questo nascente interesse e dargli una rispolevrata e provare a rimandarlo in giro per case editrici, magari anche meno famose o che hanno un occhio di riguardo per i giovani esordienti nostrani, non sia mai che fiutando la nuova moda diano una possibilità anche a te!!!

AnitaBook ha detto...

@Smilla*: ed infatti è quello che ho fatto. Speriamo bene, ma anche per capire se il mio modo di scrivere è abbastanza interessante, coinvolgente, o se devo cambiare l'orientamento dei miei sogni. :)

Yuko86 ha detto...

sì, ma non mi reputo un gran che:) Anita, a quali case hai scritto? Ce ne sono alcune minori che stanno pubblicando molti ragazzi italiani se ti interessa:) Io ad esempio sugli angeli ho letto Bethel di Susanna Moglia, edizioni Montag, ma purtroppo il testo è pieno di errori e una trama potenzialmente molto bella non è stata secondo me ben sfruttata!

AnitaBook ha detto...

@Yuko86: grazie infinite! Stavo appunto girando in rete in cerca di qualche casa editrice più piccola che prendesse in analisi testi di autori esordienti. La conosci la "Fandango"?

Yuko86 ha detto...

La Fandango mi manca, però conosco ragazze che hanno pubblicato con Linee Infinite e 0111 edizioni(quest'ultima casa editrice in particolar modo) come per esempio Francesca Angelinelli, che ha già pubblicato tre romanzi, e nell'anno nuovo ne uscirà un quarto.