Menu Orizzontale

domenica 25 luglio 2010

La Domenica


Amici, ecco che un'altra settimana è trascorsa, nelle piccole difficoltà quotidiane e nelle gioie domestiche, nel divertimento di una serata in compagnia con le persone a cui vogliamo bene e nella malinconia di un pomeriggio speso a rimuginare sul proprio passato, su chi abbiamo perso e su chi diventeremo. Il futuro ci riserva grandi sorprese, ne sono sicura, ma è più giusto vivere il presente, affogarvi come se fosse oceano di dolcezze e nuotare finché possiamo.

Premesso questo, buona Domenica a tutti! Giorno di festa, di riposo, di riflessione. Per ognuno a suo modo. Perché in fondo lo è per tutti, indipendentemente dalla fede di cui disponiamo, non credete? Qui il cielo è di un azzurro turchese, sembra pasta filata, le nuvole simpatici batuffoli di panna e un sole a forma di girella, al sapore dell'oro e di biscotti. Una mattina da farsi una scorpacciata di calorie, con un leggero venticello che sparge polvere di zucchero nell'aria. E sullo sfondo di questa volta estiva, inauguro La Domenica, un nuovo momento di condivisione con tutti voi. Posterò un video o un'immagine o semplicemente un brano, corredati ogni volta dal trafiletto della liturgia. Non ricamerò commenti personali, perché desidero solo ascoltarvi. Magari dialogare, inserirmi in una vostra considerazione e trascinare gli aquiloni del vostro cuore affinché volino in alto. Una comunione di pensieri, libera e sincera. Se, ovviamente, ne avete voglia. Allora non perdo altro tempo e vi lascio alla visione del video che ho preparato oggi.





Untitled from Anita Book on Vimeo.

6 commenti:

Giuliana ha detto...

Il rapporto con la preghiera è qualcosa si intimo, di estremamente forte,elettrizzante. Preghiamo disperandoci,soffrendo,enfatizzando il nostro dolore. Ecco perchè io provo a pregare non solo per chiedere al Signore qualcosa,ma anche per ringraziarlo giornalmente per quello che ho. Prego anche per gli altri,per chi mi sta a cuore,per chi vicino a me, sta soffrendo. La preghiera è potenza, è un momento prezioso in cui sei sola con Lui. E' meglio di una pagina di diario...

AnitaBook ha detto...

Grazie Giuliana, per questo commento così intenso. Concordo con te. La preghiera è un momento intimo con noi stessi e con la persona alla quale rivolgiamo il nostro piccolo pensiero. Indipendentemente da chi ci ascolterà, è antro di conforto e fonte di pace. Si prega anche quando si sta insieme e si offre qualcosa di se stessi agli altri; si prega quando fatichiamo per costruire un progetto di vita; si prega quando si canta e quando si contemplano le bellezze di questo meraviglioso mondo. :)

Francesco ha detto...

Nella preghiera c'e il riconoscimento e la ricerca di un dialogo verso un assoluto che riteniamo più grande di noi e artefice dell'universo e della nostra vita proclamandolo DIO e a lui esprimere il più grande amore fino a chiamarlo Padre di tutti noi, poi il desiderio di essere partecipi a realizzare il suo progetto.
Richiedere il giusto sostegno alla nostra debolezza umana e spirituale per poter proseguire insieme un viaggio unico e meraviglioso ricco di ogni ricompensa.

Anonimo ha detto...

meraviglioso. anita, meraviglioso.
posso solo chiederti qual'è la magnifica canzone che hai usato per il video? ti ringrazio infinitamente. grazie per avermi commossa..

AnitaBook ha detto...

Grazie a te, per aver condiviso la tua gioia con noi. La canzone è splendida, non trovi? Si intitola "Mon Héros" ed è interpretata da Annie Villenueve.

Jo Formento ha detto...

...Chiedere, perché ci riconosciamo nulla. Chiedere per scoprire chi siamo e di cosa abbiamo bisogno veramente. Grazie Anita per questa tua nuova proposta!
Jo