Menu Orizzontale

mercoledì 20 aprile 2011

Aimée Carter e Rebecca Rasmussen


Ogni ragazza sottoposta al test ha fallito.
Ora è il turno di Kate. 


TESTO
The Goddess Test
Aimée Carter
Harlequin Teen
304 pagine 
9.99 $


Il primo libro che voglio presentarvi -- in questo post di avvistamenti in terre estere che potrebbero stuzzicare gli appetiti dei lettori italiani -- si intitola The Goddess Test (letteralmente: Il test della Dea) ed è un'opera dagli accenti urban fantasy e qualche sfumatura paranormal. L'autrice, Aimée Carter, ha voluto, infatti, dare vita a una storia che prendesse ispirazione dalla mitologia greca e che trovasse nel presente -- per mezzo di personaggi caratterizzanti -- un'ulteriore e innovativa possibilità di sviluppo. 

La trama aiuta a smuovere la curiosità: la protagonista si chiama Kate e, ahimé, ha la mamma in fin di vita che le chiede, come suo ultimo desiderio, di ritornare e spegnersi nella sua casa dell'infanzia. Kate l'accontenta e insieme affrontano questo viaggio -- che non sarà esente da strani accadimenti... ho letto il primo capitolo -- e arrivano, così, a destinazione. La ragazza dovrà ricominciare da zero: nuova scuola, nuovi amici e il timore che sua madre non riesca a superare l'autunno. Ma ecco che, come in ogni storia del genere che si rispetti -- e qui cadiamo in un lieve cliché, viene a salvarla il tipo tenebroso, sexy e ipnotizzante: Henry. Questo Henry, indovinate un po' per chi si spaccia? Mi sembra di sentirvi esclamare -- chi annoiato e chi più entusiasta: "Un vampiro?", "Un licantropo?", "Un camaleonte mutaforma?", "Una pecorella mannara?". No, miei cari, niente di tutto questo. Henry le dirà di essere il dio degli inferi in persona. Ade, Serapide (mitologia egizia), Plutone (denominazione latina). Quell'omaccione col naso adunco e i capelli simili a una fiamma ossidrica che compare nell'indimenticabile film d'animazione Disney "Hercules". Bene, per tornare alla nostra storia, Henry le proporrà un affare: lui tiene in vita la madre se lei accetta e supera sette prove. Potete immaginare un attimino la reazione istintiva di Kate, che dà in escandescenza e crede di avere a che fare con uno fuori di testa; poi, però, lo vedrà riportare una ragazza morta in vita e darà ancora di più in escandescenza. Pur di aggrapparsi all'unica possibilità esistente capace di salvare la sua mamma, Kate stringe l'accordo. Se dovesse riuscire in tutte e sette le prove, allora diventerebbe anche la sposa di Henry e, quindi, una dea; ma se, per caso, dovesse fallire...

Allora, cosa ne pensate? Io trovo che vi sia il mix giusto di ingredienti vari -- avventura, mistero, sentimento, azione -- con l'aggiunta di un'idea narrativa portante in grado di lanciare incantesimi nuovi. Poche ancora -- per il momento -- le saghe dedicate alla mitologia, perciò si spera in autori originali, che sappiano spostare e catturare l'attenzione del lettore su nuovi e altrettanto promettenti fronti. Io serbo buone speranze per questo romanzo in particolare, insieme al desiderio, naturalmente, di non dovermi ricredere. 

La saga di The Goddess Test prevede tre episodi: il secondo, Goddess Interrupted, sarà pubblicato a Febbraio del 2012; il terzo, invece, di cui ancora non è stato stabilito il titolo, a Novembre 2012.

testoL'AUTRICE - Aimée Carter è nata e cresciuta nel Michigan, dove attualmente vive. Ha iniziato a scrivere fanfiction a undici anni -- dando vita alla sua prima storia originale quattro anni dopo -- e da allora non ha più smesso. Il suo primo romanzo Young Adult, The Goddess Test, uscirà per l'Harlequin Teen a Maggio.






***


"Il romanzo d'esordio di Rebecca Rasmussen è pieno di grazia e di umanità. Le sue eroine sono impavide e romantiche, accattivanti e coinvolgenti, e la sua prosa poetica crea una magia, un mondo appagante."  
Library Journal Review

testo


The Bird Sisters
Rebecca Rasmussen
Crown
304 pagine
24,00 $


Secondo titolo di questo post: The Bird Sisters di Rebecca Rasmussen. Cambiamo genere e veleggiamo verso i territori della narrativa classica, rappresentata da storie semplici e vere come la vita, intense e ammalianti come possono essere gli intricati boschi dei sentimenti umani. Cosa ha fatto scattare l'interesse per questo libro? Be', quando ho letto la sinossi si è generato un collegamento automatico con un'altra autrice -- una delle mie amate -- e ho subito visto i cuoricini: Joane Harris; mi ha ricordato la magia intrappolata nelle sue storie, la stessa intenzione di raccontare le esperienze della vita con la dolcezza e la spontaneità di personaggi vividi, corporei. 

Ecco qual è la trama: le protagoniste sono due sorelle, Milly e Twiss, che abitano in una bella casetta, nel Wisconsis. Ogni volta che un uccellino vola in direzione della loro finestra, ricevono una visita inaspettata. Entrambe hanno, come dire, uno strano potere: Milly riesce ad ascoltare il battito cardiaco degli uccelli e, in base alla frequenza, capire cosa sarà in grado di risolvere e cosa no; Twiss, invece, ascolta le angosce e i problemi delle persone che gli uccellini stessi hanno portato nella loro dimora. Insomma, si può dire che le due sorelle trascorrono l'intera vita a prendersi cura della gente e dei graziosi volatili per restituire loro la salute -- fisica e interiore. Ma, compiendo un salto a ritroso nel tempo, e tornando all'estate del 1947, scopriremmo le stesse protagoniste ignare di tutto ciò. Milly era conosciuta nel paese come la meravigliosa ragazza dagli occhi di esmeraldo e Twiss era un vero maschiaccio, selvaggia e indipendente. Quella fu l'estate in cui il loro padre incappò in un brutto incidente e la loro madre, figlia di un facoltoso gioielliere, ammise che la loro miserabile vita non sarebbe mai cambiata. Quella fu l'estate in cui Padre Rice smise di credere in Dio, partendo in Messico, e in cui un ragazzo, di nome Asa, finalmente conquistò il cuore di Milly. Ma, soprattutto, quella fu l'estate in cui Bett, un loro cugino, scese da una città chiamata Deadwater e sconvolse per sempre i loro destini. 

Intrigante e pieno di un fascino che emerge pian piano, non trovate? Di questo devo ancora gustare l'estratto che è possibile leggere sul sito ufficiale del romanzo (clicca qui), ma non mancherò di farlo al più presto. La curiosità è alta e se per ora dobbiamo accontentarci delle anteprime disponibili in rete, ben venga; almeno potremo sedare un po' della nostra frenesia da lettori insaziabili. Cross fingers, amici, e un'ultima domanda per voi: sareste contenti dell'opportunità di testare queste storie anche qui? Ne preferireste una in particolare?

testoL'AUTRICE - Rebecca Rasmussen vive con il marito e la figlia a St. Louis, nel Missouri, dove insegna Scrittura e Letteratura presso la Fontbonne University. Oltre alla scrittura, coltiva la passione per la lettura e per la cucina: adora preparare torte, di tutti i tipi. Le piacciono, inoltre, le cose antiche e datate. The Bird Sisters è il suo primo romanzo. 

8 commenti:

Sara Booklover ha detto...

Sembrano interessantissimi entrambi, speriamo che qualche casa editrice li pubblicherà *__*

Chrysallis ha detto...

Questi sono dei romanzi davvero originali! Mi piacerebbe leggerli tutti e due :D. Peccato che "The Goddess test" sia il primo di un trilogia -.-.

Billa ha detto...

"The Goddess test" mi incuriosisce parecchio, a leggere di primo acchitto così sembra una rivisitazione in chiame moderna del mito di Proserpina e Plutone, o almeno a me questo a ricordato xD

Vocedelsilenzio ha detto...

Ah! Il secondo l'avevo già addocchiato. Ispira moltissimo anche me! :D

Anonimo ha detto...

Anch'io sono molto attratta da "The Goddess Test", in quanto adoro la mitologia e le sue rivisitazioni :-)

Emy

Moni ha detto...

Wow wow...il primo sembra fantastico!! Speriamo che venga pubblicato anche qui!!

Camilla P. ha detto...

Adoro, come molti, la mitologia... quindi il primo libro mi ispira abbastanza, lo ammetto! :)

Babs ha detto...

A me ispirano entrambi, speriamo che qualche editore italiano legga questo post e decida di acquistarne i diritti per far arrivare questi due romanzi (e anche i seguiti di "The goddess test") qui in Italia.