Menu Orizzontale

martedì 26 luglio 2011

A very...peculiar children


Piove a dirotto da questa mattina. Verrebbe quasi da prepararsi una tazza di cioccolata calda, se solo non fosse che siamo a Luglio e che il sole dovrebbe abbronzare i nostri corpi in costume. Bella battuta, Anita -- ghignerebbe la voce della mia coscienza -- visto che tu non sopporti né il mare né il caldo. D'accordo, ritiro tutto. Eccetto la cioccolata, però, quella la prenderei volentieri. Facciamo una cosa: mentre io vado a recuperare un po' di zuccheri, voi intanto vi guardate questo bel booktrailer







C'è un'isola misteriosa. C'è un orfanotrofio abbandonato. C'è una strana collezione di fotografie alquanto curiose. Tutto questo in Miss Peregrine’s Home for Peculiar Children, un romanzo che sembra essere destinato a far parlare di sé. Un'esperienza di lettura unica e suggestiva, dove la narrazione è accompagnata da un carosello fotografico che permetterà ai protagonisti di prendere vita e di lasciare un'orma indelebile nel cuore del lettore. La storia è quella di un viaggio maledetto, se vogliamo, iniziato in seguito a una terribile tragedia famigliare, che vedrà il giovane Jacob approdare su un'isola remota della costa del Galles e scoprire, così, le fatiscenti rovine della Casa di Miss Peregrine per Bambini Peculiari. Purtroppo, Jacob non impiegherà molto tempo prima di capire che i bambini che vi erano internati non erano soltanto peculiari ma addirittura pericolosi. Ecco perché il loro isolamento dal mondo.  E la cosa ancora più spaventosa, che Jacob ancora non sa, è che qualcuno di loro è  miracolosamente sopravvissuto...   


Il romanzo è uscito negli USA il 7 Giugno appena trascorso ed è schizzato subito in vetta alle classifiche.  Merito della campagna pubblicitaria? In verità, vi dirò, non è che ne abbia vista circolare di abbondante. Al contrario, credo che la pubblicazione di quest'opera sia avvenuta nella calma più totale, che non deve necessariamente implicare un'indifferenza da parte della casa editrice che ha voluto investire sull'autore. Io sono favorevole a questa strategia di mercato -- in estinzione, ahimè -- perché programmare il successo di un libro non è mai positivo e spesso porta a veri casi di "flop"; puntare e credere su una storia e dispiegare le forze a pubblicazione effettuata, in un crescendo graduale, è un discorso ragionevole, saggio e lungimirante. Ma, per carità, sono solo mie considerazioni. Pe ritornare al nostro "modello" di oggi, io mi sento pronta a scommettere su di esso e sul suo futuro. Proprio qualche giorno fa, leggevo grazie agli aggiornamenti di un'importante agenzia letteraria che Miss Peregrine’s Home for Peculiar Children arriverà anche in Italia. Quando? Ancora nessuna informazione a riguardo ma sarà mia premura avvertirvi appena si saprà qualcosa in più. Su Youtube, se avete voglia di farvi un'idea del genere di approccio che ha avuto con la critica e i lettori, potrete trovare un bel po' di videorecensioni. In lingua, lo so, ma facilmente comprensibili. Così, intanto, vi preparate. Oh, sì. Perché quando loro, i bambini, irromperanno nelle nostre case, sotto i nostri occhi, non ci sarà luogo sicuro in cui nasconderci... 

Blog dell'autorehttp://www.ransomriggs.com/



18 commenti:

Markus ha detto...

Wow....

AnitaBook ha detto...

Intriga, eh? :D

Chrysallis ha detto...

Speriamo che arrivi presto in Italia, la trama mi affascina tantissimo! :D

Emy ha detto...

Le foto in b/n con i bambini messi in posa tutti seri e ben vestiti danno un senso di inquietudine, se poi presentano anche situazioni paranormali come l'immagine usata per la cover e le altre del booktrailer, allora mettono proprio i brividi.
Dev'essere un romanzo da paura, brrr... :)

Dave Cappellaio Matto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Dave Cappellaio Matto ha detto...

Un po angosciante il booktrailer,ma la storia sembra intrigante ...anche se credo propio di non aquistarlo affatto questo libro,per via dell'atmosfera che respiererò in quelle pagine...sinceramente non mi garba mica tanto :(

D'accordo in pieno sulla faccenda della campagna pubbliciraria...(e sul ripudio della spiaggia e del caldo)

ste.lele ha detto...

...chi ha paura dei bambini cattivi??
Io sì...
Però mi incuriosisce tantissimo!!!
Spero arrivi presto in Italia.
Stay tuned!

Markus ha detto...

Intriga sì!!! Non vedo l'ora che arrivi qui in Italia!!!

Anonimo ha detto...

Anita non stai leggendo molto questo periodo? Vedo poche recensioni...mi manca a tua voce poetica ed evocativa.

Barbie

Markus ha detto...

Infatti Anita... facci sapere i tuoi giudizi!! ^^

Anonimo ha detto...

Anita, dovresti essere più onesta.
Fino a un minuto fa credevo che il bellissimo intro del video speciale di Harry Potter fosse opera tua e invece: http://www.youtube.com/watch?v=VnMAA8RFeeM&feature=related
Almeno potevi mettere dei credits o dei ringraziamenti visto che questa parte del video è opera di un altro ragazzo che ci ha sprecato tempo e talento!!!

Anonimo ha detto...

E hai usato anche questo.. sempre dello stesso ragazzo! è_è http://www.youtube.com/watch?v=JaVEdi3MtPo&feature=channel_video_title

Anonimo ha detto...

Ma quelli sono effetti che stavano sul DVD di Harry Potter della Warner Bros ,ma quale ragazzo e ragazzo,sono stati presi direttamente dal menù principale del film. Anche il "ragazzo" che dici tu li ha presi da li.

Anonimo ha detto...

Assolutamente no. E' vero, la Warner Bros ha costruito degli effetti speciali simili come idea, ma ogni dvd ha un intro diversa e relativa al film in questione! Questa è complessiva di tutti i film ed è, come dice il titolo, una FAN MADE! Ho tutti i dvd di HP e questa non c'è da nessuna parte...
E poi caro/a mio/a leggi cosa ha scritto l'autore del video nel box informazioni.. Te lo traduco anche in italiano!

"I thought the final intro should take up a fiery theme and be slightly sad and pay tribute to the past films, so i gave it a go since Warner Brothers will most likely go with something different

Music:
Track 1 "Opening" by Nicholas Hooper

There are now several copies of this on the internet from people who have stolen my hard work and have tried to claim it as their own which is why I had to put [Original] in the title."

L'ultima parte dice:
"Ora ci sono diverse copie di questo (video) su internet di persone che hanno rubato il mio duro lavoro e hanno cercato di rivendicarlo come proprio per cui ho dovuto mettere [Originale] nel titolo"

POCHE BALLE.

Anonimo ha detto...

E poi mi puoi spiegare genio come fa a essere la intro di un dvd quando il dvd della parte 2 dei Doni della Morte non è ancora uscito?

AnitaBook ha detto...

Calmi, calmi, calmi.
Allora, rispondiamo con ordine.

@Anonimo1: hai ragione, l'introduzione non è la mia -- a partire dal fotogramma con le voci e i personaggi in dissolvenza nella nuvole -- ma io non ho mai detto che lo fosse. Anzi, ho specificato che si trattava di estratti dai DVD e video presi dai canali di condivisione multimediale. Ho sbagliato a non inserirlo anche nel video, prima magari o alla fine. Rimedierò subito. :)
Nessuna disonestà, Anonimo. Piuttosto, mi aspettavo una firma da parte tua. Stai tranquillo/tranquilla, non mi arrabbio se avete qualche lamentela da "sfogare".

@Anonimo2: no, è come ha scritto Anonimo1. :)

Anonimo ha detto...

Scusa Anita mi sono dimenticata di firmarmi ma non cambierà molto perchè è la prima volta che scrivo sul blog.... io ti seguo sempre con piacere e ti ammiro molto, ma sono mio malgrado allergica ai "plagi" o presunti tali... purtroppo è un'esperienza che mi ha toccato da vicino e ti posso dire che non è piacevole.... in ogni caso anche se sono convinta che hai fatto tutto in buona fede è giusto che scrivi le fonti per correttezza.... io, ma anche altri credo, ero convinta che fossi tu l'autrice dell'intro del video.... non era così ben specificato da che fonti avevi preso il tutto... poteva essere anche un tuo montaggio personale
Martina

AnitaBook ha detto...

Hai perfettamente ragione, Martina, è stata una mia mancanza. Ti ringrazio per avermelo fatto notare e quindi per avermi ricordato di provvedere. :)
Anche a me non piace la scorrettezza...