Menu Orizzontale

venerdì 5 dicembre 2014

Blog-tour YouFeel Rizzoli: #3-4Day! La raffinata arte di diventare geisha ve la racconta Nora Noir, nel suo sensualissimo romanzo CILIEGIO IN FIORE.


Avrei dovuto pubblicarlo ieri questo post, ma la giornata non è stata delle migliori e quando ho potuto tirare un sospiro di sollievo e stramazzare beata sul divano era già ora di levare le tende e farsi una meritata dormita. Ma niente paura, rimediamo subito. 
Terzo e quarto appuntamento insieme per questo speciale Rizzoli YouFeel tutto dedicato alle donne. Se con Francesca Cani ci siamo lasciate coccolare da una storia che sapeva di favola, dolce e romantica a puntino, oggi ci addentreremo in un universo diverso, in un certo modo più misterioso, con la compagnia di Nora Noir e il suo CILIEGIO IN FIORE, romanzo YouFeel pubblicato nel mood erotico. Sebbene il mio profilo di lettrice-sognatrice non abbia mai provato grande simpatia per il genere, ci sono periodi o situazioni in cui mi piace mettermi in gioco e sfidare la solida barriera di timorosi scetticismi che talvolta si innalza imponente nella mia testa. E in questo caso posso dichiarare con fierezza di essere stata felice dell'azzardo. Perché? Ve lo dico proprio qui, nella recensione al romanzo.


CILIEGIO IN FIORE
Nora Noir
Rizzoli (YouFeel)
Genere: Romance, Erotico

Beatrice lavora nell'ufficio stampa di una multinazionale giapponese. È forte, attraente e determinata, forse anche troppo, ma tutte le sue certezze crollano quando una sera, rincasando prima dal lavoro, trova il suo compagno a letto con un’altra. L’episodio la costringe a guardarsi dentro: la sua vita ha bisogno di un cambiamento. Netto. Il volantino, visto per caso sulla bacheca dell’azienda, che invita a provare un “Corso di Geisha”, sembra essere l’inizio di questo viaggio interiore… e non solo! Beatrice incontra Alessandro e tra cerimonie del tè, passeggiate tra le vie illuminate per il Natale e kimono un po’ troppo stretti, la sua femminilità inizia a sbocciare prepotente e sensuale, come un ciliegio in fiore. Dalla mente e dal cuore di un’autrice che racconta l’erotismo in modo elegante e profondo, un romanzo di grandi passioni e forti sentimenti.

In un'era in cui il monopolio della bellezza è dato ai mezzi di comunicazione telematica, dove si definisce avvenente un corpo protetto da pochi millimetri di stoffa e l'ideale di seduzione è stato irrimediabilmente compromesso dalla volgarità e l'indecenza più sfrenate, è difficile guardarsi allo specchio senza sentirsi inadatti, difettosi, imperfetti. Specialmente la donna, da secoli maestra nell'arte della cura di sé, ha smesso di preoccuparsi del decoro, della cortesia, di quell'imprescindibile e oltremodo irresistibile attrattiva riposta nei gesti accorti, nei sorrisi elargiti con premura e lieve malizia, in una carezza sfiorata appena o in una conversazione arguta che generi una deliziosa eccitazione nell'animo dell'interlocutore. La donna di oggi è più attenta all'aspetto puramente estetico, alla superficie, perché la televisione le insegna che l'immagine di se stessa che restituisce all'occhio di chi guarda è la sola arma vincente di cui deve disporre per non restare ai margini di una società che rinnega persino il naturale decorso della vita e attraverso meschine tecniche di ringiovanimento storpia la propria esteriorità illudendosi di sfuggire alla mano del destino. 
Per questo, non appena si conosce Beatrice, la protagonista del romanzo, si indovina con facilità che tipo di donna sia. Delusa e ferita da una relazione fallimentare, si trascina lungo la grigia monotonia delle sue giornate per ricavarne un'enorme voragine interiore fatta di rabbia, odio, frustrazione e un feroce desiderio di riscatto. L'occasione le si presenterà proprio in ufficio, nelle vesti di un bigliettino pubblicitario per un corso di geisha. Malgrado le iniziali perplessità, Beatrice si convincerà presto ad accettare il diversivo e persuaderà la sua migliore amica ad accompagnarla. Ed eccoci arrivati al punto cruciale della storia. Le lezioni con Ume-San, l'insegnante-guida che accompagnerà le allieve in ogni sessione. Un tripudio di signorilità, suggestiva eleganza e sensualità flautata. Impossibile non innamorarsene. 


Ume-San assegnerà dei nomi a ciascuna allieva e la saggezza profonda e spirituale che risiede in lei finirà per riversarsi in Beatrice e consegnarle la chiave per sbloccare un'altra volta la serratura del cuore. Per ritornare ad amare e ad amarsi, per essere consapevole del potere che dimora nel suo corpo e servirsene quindi per raggiungere il grado massimo di serenità emotiva. Incantevoli le descrizioni e i dialoghi degli incontri nell'appartamento di Ume-San, vi avvolgeranno grazie alla loro soavità ipnotica e ristoratrice, vi sembrerà quasi di percepire l'aroma deciso e pungente del tè o di ascoltare il suono melodioso della sua voce che istruisce l'animo a elevarsi. Non è il solito erotico, credetemi. Dentro le sue pagine c'è molto di più. Perché a un certo punto Beatrice diventerà una persona nuova, conoscerà Alessandro, il fratello insegnante della sua migliore amica, e proverà ad applicare gli insegnamenti ricevuti al corso, sorprendendosi delle sue abilità e del brivido di piacere intenso e poetico che le procurerà tutto ciò. D'accordo, incapperete anche in un paio di scene piuttosto passionali, ma il plauso dell'autrice sta proprio nell'averle piazzate là dove la trama lo richiedeva, là dove il personaggio entra in crisi e da l'impressione di perdersi, di smarrire la sua fermezza interiore. Nulla è fuori posto, esagerato o sconclusionato. E a lettura completata ci si sente ricche di una sapere profondo e liberatorio, pronte a riaffermare se stesse e la propria autentica e troppo a lungo maltrattata femminilità. 

Ma non è finita qui. Restate con noi per leggere l'intervista a Nora Noir e scoprirne ancora di più sulla creazione del suo fascinoso universo. Non cambiate "canale"! 

6 commenti:

federica d'ascani ha detto...

Io lo sto leggendo ora e devo dire che mi sta piacendo da morire. Piacere, sono Federica, la stessa della "punta bisex" delle uscite You Feel di questo mese :) Sto pian piano leggendo tutte le uscite di Dicembre e devo dire che Nora Noir, che già conoscevo come autrice da un bel po' di tempo, non si è smentita affatto!

AnitaBook ha detto...

Piacere Francesca! Sono tanto felice che il romanzo della Noir stia piacendo anche a te.

Mila Orlando ha detto...

Ciao Anita! Ho comprato questo ebook il giorno dell'uscita e mi affascina molto soprattutto per l'immersione della storia nella cultura giapponese. Questa recensione mi ha finito di incuriosire sul libro!Lo farò presto.

Maria Cristina ha detto...

Adoro tutto ciò che riguarda il Giappone ed ero già molto affascinata da questo libro. Dopo la tua descrizione sono ancora più invogliata. Grazie.

Sabina Di Gangi ha detto...

Ciao a tutti! Anch'io non vedo l'ora di leggere questo romanzo, ...ma anche tutti gli altri, mi affascinano tutti!

AnitaBook ha detto...

Ragazze care, leggetelo e non ve ne pentirete. Io ho persino desiderato prendere parte, insieme a Beatrice, alle lezioni di Ume-San. Ho desiderato ricevere un nome da geisha e conoscere l'arte del buon gusto e della conversazione. Davvero bello!