Menu Orizzontale

giovedì 2 settembre 2010

Anteprima: Ken Follet e "La caduta dei Giganti"

Buondì.
Ho pensato di scrivere qualcosa perché concentrarsi troppo sulle emozioni negative è come ricevere un colpo d'ascia sul cuore. Quindi, affrontiamo le situazioni difficili.

Questa volta l'anteprima è dedicata ad un volumone di 1008 pagine, pubblicato dalla Mondadori, che uscirà nelle librerie italiane il 28 di Settembre. Si tratta della nuova fatica di Ken Follet, maestro della suspence e del thriller, che darà avvio alla trilogia denominata The Century. Il titolo del volumone è La Caduta dei Giganti. Sulla Feltrinelli, come in molti altri portali simili, è possibile accaparrarsi una copia con l'esclusiva copertina nera (quella ufficiale, invece, è bianca) prenotandone l'acquisto. Sono stata molto tentata, perché, pur non amando alla follia l'autore, mi piace quando si cimenta in storie che hanno un legame con il passato (vedi I Pilastri della Terra e Mondo Senza Fine). La trama è davvero intrigante, leggete un po':
La Caduta dei Giganti è il primo grande romanzo della trilogia The Century e prende le mosse alla vigilia dello scoppio della Prima guerra mondiale e della Rivoluzione russa. Un'opera epica, drammatica, ricca di colpi di scena, nella quale si intrecciano i destini di cinque famiglie - una tedesca, una russa, un'americana, una gallese e un'inglese. Sullo sfondo di tragici eventi storici internazionali, Ken Fallet racconta i drammi personali dei vari protagonisti: ricchi aristocratici, poveri ambiziosi, donne coraggiose e volitive e, sopra tutto e tutti, le conseguenze della guerra per chi la fa e per chi resta a casa...
Certo, il tema è forte, d'impatto e impegnativo. Sono curiosa di scoprire come Ken Follett sia riuscito a combinare i vari elementi dell'intreccio narrativo. Credo proprio che lo comprerò. E a voi? Vi stuzzica?
Se non siete convinti abbastanza, vi lascio alla visione di questo, a mio parere, meraviglioso booktrailer! Alla prossima.


5 commenti:

Gloutchov ha detto...

Tema interessante. Follet è un autore che sa farsi amare e odiare a seconda di ciò che decide di scrivere. Chissà.

Apprezzo il coraggio di voler andare avanti. E' giusto così e la tua amica apprezzerebbe il tuo gesto. Le persone care, anche quando se ne vanno, rimangono comunque dentro di noi. Un abbraccio grande!

AnitaBook ha detto...

Lo so, Gloutchov.
Però non riesco ad accettare la cosa.
Ricordo ogni istante trascorso insieme a lei. A scuola, in treno, a casa. Oggi pomeriggio, i funerali. Svuotata.

Debora ha detto...

ciao ho trovato il tuo blog per caso complimenti è carinissimo!!! non sapevo dell'uscta di questo libro la trama mi ispira paracchio penso proprio che appena potrò lo comprerò, grazie... un saluto

Giuliana ha detto...

in quel vuoto che senti spero che ti riempia un po' il mio: ti voglio bene

Camilla P. ha detto...

Spero che in questi giorni il tuo dolore si sia affievolito; sono sicura che la forza del tuo sorriso ti aiuterà.

Nel frattempo, parlando del libro di Follett, mi viene da dire che potrei provare a leggerlo: come autore mi piace :) Magari leggo le prime pagine e vedo se potrebbe essere un acquisto valido o meno.